Tag

, , , ,

La Newton Compton porta in libreria un nuovo grande thriller firmato da Angela Marsons.

La scheda di Uruk:

1004. Linea di sangue [Kim Stone 5] (Blood Lines, 2016) di Angela Marsons [maggio 2019] Traduzione di Nello Giugliano

La trama:

Quando la polizia ritrova il cadavere di un’assistente sociale uccisa da un’unica letale coltellata, tutto fa pensare a una rapina andata male. Ma la detective Kim Stone è convinta che qualcosa non torni. Pochi giorni dopo, una tossicodipendente della zona viene ritrovata uccisa nello stesso identico modo. L’istinto di Kim le suggerisce che dietro ci sia la mano dello stesso assassino. Eppure non c’è niente a collegare le due vittime, a eccezione dell’inquietante precisione con cui sono state uccise: una singola coltellata. Mentre Kim è alle prese con il caso, un fantasma del suo passato torna a farle visita con un’inquietante lettera che riapre antiche ferite, ancora non del tutto cicatrizzate. Se vuole davvero fermare l’assassino prima che il numero delle vittime cresca, dovrà rimanere vigile per districarsi nella fitta rete di intrighi e di bugie che le si sta stringendo attorno… anche se significa mettere in grave pericolo la sua stessa vita.

L’incipit:

Carcere di Drake Hall – Oggi
La dottoressa Alexandra Thorne era seduta alla scrivania che divideva i due letti singoli.
Aveva reclamato per sé la proprietà di quel tavolo quadrato.
Cassie, la compagna di cella, era a malapena in grado di leggere e scrivere, quindi non avrebbe comunque saputo cosa farsene.
Una volta quella stupida aveva messo una pila di vestiti sul lato destro della scrivania. Era bastata un’occhiataccia perché venisse subito trasferita ai piedi del letto.
Quando Alex la tirò a sé, sentì che la gamba destra della sedia stava per cedere. Quei maledetti mobili da due soldi non valevano niente, proprio come le persone che la circondavano.
Nel suo studio, a Hagley, era abituata a infilare le gambe sotto una scrivania di mogano. A sentire la schiena accarezzata dalla morbida pelle della poltrona da dirigente. Ad avere la moquette spessa e soffice come un cuscino sotto i piedi. Lo sguardo poteva vagare tra quadri preziosi, un lusso per il quale aveva lavorato sodo e che meritava appieno.
Ma ora tutto questo le era stato portato via.
Impugnava una penna Bic per la quale aveva dovuto presentare richiesta scritta, e aveva di fronte a sé un foglio a righe A4 che pareva pronto a strapparsi se solo avesse calcato un po’ di più la mano.
Eppure, girata verso la nuda parete bianca, poteva fingere di essere in un qualche ostello o nella stanza di un albergo particolarmente squallido. Non che avrebbe mai optato per una soluzione del genere, ma era un’ipotesi alla quale poteva spingersi con l’immaginazione. E il persistente aroma di profumo dozzinale mescolato agli odori corporei pareva dare maggior concretezza a quella fantasia.
Accavallò le gambe sotto il tavolo. Non aveva fretta. Voleva gustarsi con lentezza la stesura di quella lettera e l’effetto che era sicura avrebbe prodotto.
Erano tante le persone alle quali poteva dare la colpa della direzione presa dalla sua vita. Eppure ne accusava una soltanto. Una persona che non le era più uscita dalla mente dall’ultima volta che avevano passato del tempo insieme.
Alex ancora si rammaricava del fatto che nessuno avesse riconosciuto la validità dei suoi esperimenti. Con un po’ più di tempo a disposizione, sarebbe riuscita a compiere scoperte assai significative in ambito psichiatrico. Il suo unico errore era stato scegliere i soggetti sbagliati, che alla fine l’avevano condannata alla rovina.
Una vocina interiore le rammentò che aveva peccato di imprudenza, lasciando che l’interesse per una detective la distogliesse dai suoi obiettivi.
Ma era arrivato il momento di riallacciare i rapporti.
Un brivido di eccitazione la percorse tutta quando accostò la penna al foglio e scrisse le due parole che avrebbero cambiato ogni cosa.

L’autrice:

Angela Marsons ha esordito nel thriller con Urla nel silenzio, bestseller internazionale ai primi posti delle classifiche anche in Italia. La serie di libri che vede protagonista la detective Kim Stone prosegue con Il gioco del male, La ragazza scomparsa e il nuovo romanzo Una morte perfetta. Angela vive nella Black Country, in Inghilterra, la stessa regione in cui sono ambientati i suoi thriller. I suoi libri hanno già venduto più di 3 milioni di copie. Per saperne di più: http://www.angelamarsons-books.com.

L.

– Ultimi post simili: