Il Giallo Mondadori n. 3188: La morte cavalca ancora di Janice Hamrick
Un giorno iniziato male finirà probabilmente peggio. Di questa banale constatazione sta per avere una prova pratica l’insegnante di storia Jocelyn Shore, ospite con la cugina per il weekend del Ringraziamento nel ranch texano dello zio Kel, dove gli Shore hanno deciso di riunirsi al gran completo. Quando in una mattina di novembre Jocelyn sorprende lo zio nell’atto di minacciare con un fucile il genero, Eddy, reo di aver alzato le mani sulla moglie, appare chiaro che presto avverrà qualcosa di brutto. Quando poi la vittima dei maltrattamenti, Ruby June, svanisce senza dare più notizie di sé, il panico comincia a serpeggiare. Si è allontanata volontariamente oppure…? Chissà. Al momento, secondo la polizia mancano i presupposti per avviare le ricerche. Ma, prima che la giornata sia finita, il cadavere di Eddy il violento viene rinvenuto in una vecchia cava, in balia dei coyote. Qualcuno gli ha sparato in pieno petto da distanza ravvicinata. Purtroppo, Jocelyn non ha dubbi su quello che ora succederà. Molti in famiglia ce l’avevano con lui, e adesso il morbo del sospetto contagerà tutto e tutti.

Sherlock Mondadori n. 66: Sherlock Holmes. La leggenda del pirata di Amy Thomas
Sono lontani, ormai, i tempi di Baker Street. Quando un nuovo caso si presentava all’attenzione di Sherlock Holmes, era il dottor Watson il compagno d’avventure sempre pronto ad affiancarlo nella ricerca della soluzione. Adesso tutto è cambiato: al posto del 221B c’è un cottage nel Sussex, e al buon dottore si è sostituita una donna. Anzi, la Donna. Irene Adler, l’unica avversaria che abbia saputo tenere in scacco il grande segugio e ora alleata preziosa dalle spiccate doti investigative. È dunque lei la prescelta per una spedizione oltreoceano, dove urge l’intervento di Holmes per fare luce su una vicenda alquanto singolare. Si racconta che un’isola sperduta della Florida custodisca il tesoro di un pirata vissuto un secolo prima. Un’organizzazione criminale, capeggiata dal misterioso Barone, mira a impadronirsene, e non permetterà che una coppia di ficcanaso in arrivo dall’Inghilterra interferisca con i suoi piani. Tra bande di gangster e ricchezze da favola l’indagine si preannuncia anomala e rischiosa, in una remota contrada su cui aleggia la figura di un autentico terrore dei mari.
All’interno, il racconto “L’oscura valle” di Giacomo Mezzabarba.

I Classici del Giallo Mondadori n. 1429: Dov’è Cicely? di Anthony Berkeley
Stephen Munro, giovane gentiluomo, versa in difficoltà economiche. È talmente squattrinato da essersi procurato un impiego come valletto nell’antica residenza dell’aristocratica lady Susan Carey. A Wintringham Hall lo attendono però non poche sorprese e qualche situazione imbarazzante. Prima le innumerevoli incombenze domestiche a cui di sicuro non è abituato; poi gli incontri indesiderati con persone che era solito frequentare da pari a pari e che ora è tenuto a servire da subordinato. Ma più di tutto una serata fra ospiti della migliore società che culmina nientemeno che in un esperimento di magia. Come sempre, in questi casi, al generale scetticismo si mescola una vaga inquietudine. E al riaccendersi delle luci, qualcosa è accaduto. Cicely Vernon, prediletta dell’anziana lady Susan, non è più nella sala e non può esserne uscita. Al suo posto una sedia vuota, segno plastico di una sparizione inspiegabile che, nonostante la parvenza soprannaturale, avrà conseguenze minacciosamente reali.
All’interno, il racconto “Il respiro del diavolo” di Marzia Musneci, vincitore del premio Giallo Piccante 2019.

Segretissimo Special: Il Professionista Story 27. Prima missione / Gangland di Stephen Gunn (Stefano Di Marino)
Avventura, azione, spionaggio, esotismo ed erotismo. Chance Renard, il Professionista. Agente di ventura, impegnato in ogni angolo del mondo in missioni impossibili contro nemici sempre più feroci, sempre più letali. Al suo fianco donne troppo belle e troppo pericolose. E una sola regola: nessuna regola. Tornano tutte le avventure del Professionista, a partire dalle origini e con romanzi inediti scritti appositamente per colmare le lacune nella storia di una vera leggenda di Segretissimo.
PRIMA MISSIONE
È venuto per Chance Renard il momento di dimostrare di essere ancora il Professionista, affrontando una missione delicata per la DSE. Recuperare il misterioso assassino che uccide gli agenti dell’antiterrorismo europeo in un’isoletta dei Caraibi sarà però molto difficile. Un vulcano in eruzione e una gang di trafficanti giamaicani potrebbero rendere permanente la presenza del Professionista su quello scoglio abbandonato. Per fortuna c’è una donna eccezionale ad aiutare Chance…
GANGLAND
Una richiesta d’aiuto da un vecchio commilitone porta Chance Renard in una pericolosa città del Nord Italia. Garantire protezione dalla vendetta di un padrino della mafia è la missione del Professionista. Eppure dietro quella storia dev’esserci dell’altro e sopravvivere agli imprevedibili sviluppi del suo incarico non sarà una passeggiata. Mentre Gangland, la capitale del crimine, si prepara a diventare il palcoscenico di una violenza devastante.

Segretissimo SAS n. 60: Paura a San Salvador di Gérard de Villiers
La CIA vuole la testa di Enrico Chacon detto “El Carnicero”, il macellaio. Ex inviato dell’Agenzia in America latina, è sfuggito al controllo e, schierandosi con l’estrema destra più sanguinaria, ha ingaggiato una battaglia personale contro i movimenti di sinistra. Un abisso di torture indicibili si spalanca per chi cade nelle sue mani, senza alcuna speranza di una fine rapida. Ai pezzi grossi di Langley non va giù l’idea di essere associati a una simile scheggia impazzita. Bisogna eliminare Chacon, ma prima bisogna individuare qualcuno in grado di farlo. Dev’essere un agente fuori quadro, un operativo esterno che il bersaglio non possa già conoscere. Uno capace di muoversi in un campo minato come il Salvador, dilaniato dalla guerra civile, dove i rapimenti sono all’ordine del giorno e le vittime degli assassini di ogni fazione marciscono nelle strade. Sembra l’identikit di Malko Linge. È lui l’uomo giusto per togliere di mezzo El Carnicero. Certo il Principe delle Spie non è un killer e aborre l’omicidio, ma qualche volta capita a tutti di dover fare un’eccezione.

Urania n. 1675: Città di morte di Madeline Ashby
Hwa, che ha scelto di non servirsi di potenziamenti bioingegnerizzati, è l’ultima persona veramente organica rimasta sulla piattaforma di estrazione. Esperta nelle arti di autodifesa, è stata ingaggiata per proteggere e addestrare Joel Lynch, il più giovane della famiglia proprietaria di New Arcadia. Il ragazzino ha ricevuto minacce di morte, apparentemente provenienti da un’altra linea temporale. Intanto, però, una serie di omicidi minaccia la stabilità della città. Si tratta di un serial killer o qualcosa di molto, molto peggio?
Madeline Ashby, nata a Panorama City, California, nel 1983, è una scrittrice di fantascienza americano-canadese. Tra le sue opere ci sono i romanzi vN (2012) e iD (2013), che fanno parte della serie Machine Dynasties, e numerosi racconti. Città di morte (2016, Company Town) è stato finalista al premio Canada Reads e al Premio Locus 2017.

Urania Collezione n. 205: La corsa del manichino di E.C. Tubb
“Un ometto meccanico, un piccolo manichino, corre frenetico sul piano della scrivania, sbatte contro gli ostacoli, cade, si rialza, senza meta. È la perfetta immagine della razza umana, pensa Joseph P. Lincoln, che lo sta guardando. Lincoln è il capo della pace (Propaganda e Controllo Emozionale), la potentissima organizzazione cui spetta il compito di addormentare e tenere a freno l’aggressività dei cittadini in un mondo sovrappopolato che può permettersi qualsiasi cosa tranne la violenza. Ma basta una polizia specializzata, bastano degli agenti segreti, basta la continua manipolazione dei mass media per ottenere una autentica pace universale? E che fine farebbe il piccolo manichino senza la sua tenacia, la sua combattività?”
Fruttero & Lucentini

L.