Tag

, , ,

La Newton Compton porta in libreria un nuovo thriller dell’autrice di Ti sto guardando e L’amica perfetta.

La scheda di Uruk:

1060. La promessa dell’assassino (The Promise, 2019) di Teresa Driscoll [gennaio 2020] Traduzione di Giulio Lupieri

La trama:

Doveva essere il loro segreto. Non avrebbero mai dovuto raccontare la verità su ciò che avevano fatto. Trent’anni dopo, Beth e Sally sono quasi riuscite a lasciarsi il passato alle spalle. Hanno perso i contatti con Carol, ma il patto tra di loro è ancora valido e, nonostante gli incubi continuino a tormentarle, non hanno mai parlato dell’accaduto con anima viva. Quando però novità scioccanti minacciano di riportare a galla la verità, Beth e Sally capiscono che non è più possibile far finta di nulla e assumono un investigatore privato per rintracciare Carol, ormai diventata un’estranea, prima che il loro crimine venga scoperto. Ora non sono più tre adolescenti spaventate. Adesso hanno tutto da perdere. Specialmente Beth, che intende proteggere la sua famiglia a ogni costo. E persino la promessa di non rivelare mai l’accaduto potrebbe essere messa in discussione. Ma c’è qualcuno che le osserva ed è disposto a fare qualunque cosa per impedire che parlino.

L’incipit:

«Penso di averle messo una mano sulla bocca…».
«Non dirlo. Non pensarci nemmeno. Non faresti mai una cosa simile».
Le ragazze siedono immobili nella stanza piena di sangue e dolore, con il cuore che martella nelle orecchie. Da qualche parte risuona il ticchettio di un orologio. Un uccello canta…
Tre ragazze. Una morta.
Solleva gli occhi per guardarsi allo specchio. Ha la faccia bianca come un lenzuolo. Sotto lo specchio, sullo scaffale blu, la fila di conchiglie. Non riesce a guardarle. Lo shock di ciò che è familiare. Le conchiglie…
Le aveva raccolte l’estate prima, durante le vacanze, lavate con cura nel lavandino della cucina e lucidate una a una. Ricorda la sabbia tra le dita dei piedi, l’odore del mare e il sale sulle labbra. Rivede i suoi genitori che la salutano dalle sdraio a righe rosse e bianche e ricorda la profonda gioia che aveva provato.
«Oddio! Cosa facciamo? Andrò all’inferno? Brucerò nelle fiamme eterne?».
La voce dell’amica le giunge attutita, come se fosse sott’acqua. Guarda la bambina, le sue labbra blu, tutto quel sangue, e si rende conto che la felicità sulla spiaggia era soltanto un inganno. Un momento fugace che ormai se n’era andato.
Come la loro infanzia.
Andata per sempre.

L’autrice:

Teresa Driscoll vive nel Devonshire e lavora come presentatrice televisiva per la BBC da oltre quindici anni. Forte di una lunga carriera da giornalista d’inchiesta, ha deciso di cimentarsi con thriller realistici e dal sapore amaro che analizzano l’impatto che un crimine ha sui familiari delle vittime. Ti sto guardando, il suo esordio nella narrativa, ha ottenuto un grande successo in Inghilterra, Stati Uniti e Australia ed è stato tradotto in sei lingue. Per saperne di più: http://www.teresadriscoll.com.

L.

– Ultimi post simili: