Tag

, , ,

La Newton Compton porta in libreria una nuova storia criminale di Canaan.

La scheda di Uruk:

1019. La notte dei delitti [Canaan Crime 2] (Lie In Wait, 2015) di Eric Rickstad [gennaio 2020] Traduzione di Francesca Campisi

La trama:

Nella remota cittadina di Canaan, nel Vermont, una contesa giudiziaria scuote i sentimenti di pace e amicizia all’interno della piccola comunità. Le tensioni crescono e si risvegliano paure e pregiudizi. Persino gli amici di una vita si ritrovano a scontrarsi l’uno contro l’altro ed è solo questione di tempo prima che la violenza esploda. Quando il corpo di una ragazza adolescente viene ritrovato brutalmente massacrato proprio nella casa di uno degli avvocati coinvolti nel processo, la detective Sonja Test si convince che i due casi siano collegati. Più la giovane e inesperta detective scava a fondo nell’indagine per l’omicidio e più emergono segreti inquietanti, rimasti nascosti per decenni. Da subito appare chiaro che, dietro la facciata idilliaca del paesino immacolato, si nasconde in verità una fitta rete di menzogne, intrighi e perversione. Se davvero vorrà salvare altre vite innocenti, Sonja Test dovrà mettere a repentaglio la sua stessa vita.

L’incipit:

Novembre 2010
Victor Jenkins fissava il fuoco fuori dal capanno per la produzione dello sciroppo d’acero di Jed King, pregando di trovare la forza.
Lester Graves, uno del posto, e Daryn Banks, del New Hampshire, pregavano in silenzio di fronte a lui. Brave persone. Persone di fede, pensava Jenkins.
Ciascuno di loro indossava una camicia a quadri, un paio di jeans e scarponi da lavoro con la punta rinforzata. Quelli di Victor erano nuovi di zecca, acquistati il giorno stesso da Payless. Nonostante li avesse sfregati con del terriccio per smorzarne la patina lucida, erano ancora troppo rigidi e gli avevano provocato le vesciche ai piedi. Gli scarponi degli altri due erano ben consumati, con la punta in pelle battuta, attraverso la quale brillava il rinforzo di acciaio.
«Quelle scarpe ti faranno vedere le stelle», abbaiò Jed King, sbucando dall’oscurità in tutta la sua mole. Batté una grossa mano sulla spalla di Victor e la strinse con troppa forza, tanto da fargli male.
Poi si scolò la birra fino all’ultima goccia, ruttò, accartocciò la lattina e la gettò sul mucchio di cadaveri vuoti accatastato tra le fiamme. Agguantò una lattina fresca dalla borsa frigo, la aprì, soffiò la schiuma dal bordo e ne tracannò una bella sorsata. Infine si leccò i baffi a manubrio.
«Venite», ordinò.
I tre uomini lo seguirono, con Victor a chiudere la fila strascicando i piedi.

L’autore:

Eric Rickstad, con il suo romanzo di debutto, Reap, ha ottenuto negli Stati Uniti un immediato successo, tanto che è stato un autore bestseller del «New York Times». Ha firmato altri thriller, ma Le ragazze silenziose è il primo tradotto in Italia. Vive nel Vermont con la moglie e la figlia. Per maggiori informazioni, visitate il suo sito rickstad.com.

L.

– Ultimi post simili: