Tag

,

La collana “Darkside” (Fazi Editore) porta in libreria un nuovo grande thriller.

La scheda di Uruk:

43. The House of Secrets (The House of Secrets, 2016) di Brad Meltzer e Tod Goldberg [febbraio 2020] Traduzione di Giuseppe Marano

La trama:

Jack Nash, celebre conduttore di “The House of Secrets”, un programma televisivo su complotti e segreti, ha sempre detto alla figlia che i misteri devono essere risolti. Da bambina, Hazel adorava ascoltare i racconti del padre, soprattutto quello su una Bibbia appartenuta a Benedict Arnold, rinvenuta nel petto di un cadavere. Quando, molti anni dopo, padre e figlia rimangono coinvolti in un incidente, lui muore sul colpo e lei viene colta da un’amnesia che le impedisce di riportare alla mente ricordi legati a emozioni intense. Proprio adesso che gli insegnamenti del padre le servirebbero… Un agente dell’FBI, Trevor Rabkin, si presenta in ospedale facendole strane domande su suo padre. Una volta tornata a casa, cercando di riconnettere i tasselli della propria identità, Hazel scopre dettagli della propria vita di cui non ha alcuna memoria e che le fanno nutrire sempre più dubbi su chi sia veramente. Cosa ha fatto in tutti quegli anni? Perché ha viaggiato per il mondo ripercorrendo i luoghi di alcune puntate di “The House of Secrets”? La ragazza si rende conto che le cose sono molto più complicate di quanto sembrino. Inseguendo la verità su se stessa e su Jack, Hazel s’imbatte così in una storia intricata, piena di segreti che vanno ben al di là dello show televisivo e che coinvolgono militari, diplomatici e gli stessi servizi segreti americani. Sullo sfondo, una storia – la Storia – che si tramanda di generazione in generazione nella famiglia Nash e che affonda le proprie radici nella guerra d’indipendenza.
I misteri devono essere risolti… soprattutto quelli su se stessi. Dopo L’artista della fuga, un nuovo thriller mozzafiato dall’autore bestseller Brad Meltzer.

L’incipit:

Jack Nash decide, a mezzanotte di un mercoledì nel cuore dell’estate di Los Angeles, che sua figlia Hazel è pronta per la Storia.
Lui aveva sei anni la prima volta che il padre gliela raccontò. Cioè l’età di Hazel adesso – esattamente sei – e lei è sveglia come un grillo, chiede in continuazione perché e che cosa. Perché bisogna andare a dormire? Che cosa sono i sogni? Perché si muore? Che cosa succede dopo che si muore?
«Lo saprai quando succederà», le dice Jack.
Sei è l’età giusta, pensa Jack.
A cinque era troppo piccola. Cinque anni è l’età che aveva suo figlio Skip quando Jack gli raccontò la Storia ma non gli era rimasta impressa, non sembrava aver fatto il minimo effetto. Il che portò Jack a domandarsi: quanti anni bisogna avere per conservare il ricordo di un evento per il resto della vita?
Era quello il mistero della memoria: a un certo punto, sapevi semplicemente qualcosa. Com’eri arrivato a saperla non importava.
«Bene, ci siamo», dice Jack. «Ma promettimi che non ti lascerai spaventare».
Hazel si tira su appoggiandosi su un gomito. «Non mi spaventerò», dichiara solennemente. Jack sa che è vero: niente spaventa Hazel. Non quando può imparare qualcosa. È il tipo di bambina che potrebbe scottarsi il pollice destro su un fornello rovente, e poi tornare il giorno dopo e scottarsi il sinistro per fare un confronto.
Paradossalmente, per Jack questo era un motivo di orgoglio. Il fratello di Hazel, Skip, tanto per cominciare non avrebbe neanche sfiorato il fornello, sempre così prudente in tutto. Hazel invece era disposta a sacrificare un po’ di pelle per spirito d’avventura.
«Comincia tutto con un mistero, un enigma», dice Jack, e sente la voce di suo padre, le parole di suo padre, distintamente. È scomparso da cinque anni ormai, ma il ricordo dei suoi ultimi giorni è talmente vivido che avrebbero potuto essere trenta minuti. «Se risolvi l’enigma, puoi restare alzata tutta la notte. Se non ci riesci, devi andare a dormire. D’accordo?».
«D’accordo», dice Hazel.

Gli autori:

Brad Meltzer, nato nel 1970, è uno scrittore di thriller e fumettista statunitense. È stato ghostwriter di Bill Clinton. Nel 1998 ha pubblicato il suo primo bestseller, a cui sono seguiti numerosi romanzi di grandissimo successo. Vive in Florida. Nel 2018 Fazi Editore ha pubblicato L’artista della fuga.

Tod Goldberg è un giornalista e scrittore americano.

L.

– Ultimi post simili: