Il Giallo Mondadori n. 3190: Morte a corte di Rhys Bowen
Lady Georgiana Rannoch è a corto di soldi. Pur essendo trentacinquesima nella linea di successione al trono britannico, è costretta a lavorare per guadagnarsi da vivere. Tuttavia non può accettare lavori tali da mettere in imbarazzo la Corona, che d’altra parte non le offre alcun sostegno finanziario. Un’occasione irrinunciabile le si presenta quando il principe Giorgio, quarto figlio del re abituato alla bella vita e oggetto di pettegolezzi non proprio edificanti, si appresta a convolare a nozze con la principessa Marina di Grecia. Nientemeno che la regina in persona ingaggia lady Georgiana come dama di compagnia della promessa sposa. Tra i suoi compiti, aiutare la principessa ad ambientarsi nell’alta società londinese, portarla a fare acquisti o a teatro, e magari smentire qualunque maldicenza sul futuro marito. Il tutto complicato dal fatto che Kensington Palace, la residenza assegnata alla titolata ospite, risulta popolato da entità soprannaturali. Tempi duri si annunciano per la sfortunata Georgie, che nel dare la caccia a una fantasmatica presenza si imbatte nel cadavere in carne e ossa di una delle presunte amanti del principe. Scoprire la verità sull’omicidio diventerà allora un’ulteriore incombenza per lei. Sempre che la si voglia davvero scoprire, mentre l’ombra del sospetto si allunga sull’intera casata.

Sherlock Mondadori n. 68: Sherlock Holmes e il furto della Gioconda di Daniele Pisani
Senza Sherlock Holmes, Londra non sembra più la stessa. Dopo il ritiro dell’amico nel Sussex, il dottor Watson è caduto in una profonda depressione. Incolmabile è il vuoto lasciato da quella figura così autorevole e dalle innumerevoli imprese affrontate insieme. Ma il destino ha in serbo per lui una sorpresa. Una sera del novembre 1913, l’ex ispettore Lestrade, ora commissario capo di Scotland Yard, gli si presenta in compagnia del prefetto della polizia francese pregandolo di convincere Holmes ad aiutare la Sûreté in un caso delicatissimo: il furto della Gioconda, rubata dal Louvre due anni prima e mai ritrovata. Un colpo eccezionale messo a segno con ogni probabilità da un genio del crimine, che potrà essere smascherato solo da un genio dell’investigazione. Ebbene, se il grande segugio si mostrerà disposto ad abbandonare le gioie dell’apicoltura per restituire al mondo il capolavoro di Leonardo da Vinci, facendo di una via di Parigi la nuova Baker Street, allora l’impareggiabile coppia potrà tornare in azione. Ancora una volta, come ai vecchi tempi, per un’ultima straordinaria avventura.

I Classici del Giallo Mondadori n. 1431: L’abate nero di Edgar Wallace
Il castello di Fossaway, nel villaggio di Chelfordbury, è infestato da un fantasma. O almeno così dice la leggenda, secondo la quale un abate assassinato secoli prima si manifesta di tanto in tanto con apparizioni spaventose. E non è tutto: un’antica cronaca tramanda la notizia di un tesoro nascosto all’interno della proprietà insieme a una fiasca di cristallo contenente l’Acqua della Vita, portentoso elisir capace di vincere la morte. Difficile convivere con simili tradizioni per l’attuale conte di Chelford, titolare dei possedimenti di famiglia. Misteri e segreti ossessionano lui e le altre persone che gravitano intorno all’immensa tenuta, dove forze oscure evocate dall’avidità e dalla follia sono pronte a scatenarsi. Ed è solo questione di tempo perché il delitto faccia la sua comparsa sulla scena.
All’interno, il racconto “Nel Brumello c’è il tranello” di Fiammetta Rossi e Melania Soriani, vincitore del premio I Sapori del Giallo 2019.

Segretissimo Special: Il Professionista Story 28. Il picco delle aquile / Colori di guerra di Stephen Gunn (Stefano Di Marino)
Avventura, azione, spionaggio, esotismo ed erotismo. Chance Renard, il Professionista. Agente di ventura, impegnato in ogni angolo del mondo in missioni impossibili contro nemici sempre più feroci, sempre più letali. Al suo fianco donne troppo belle e troppo pericolose. E una sola regola: nessuna regola. Tornano tutte le avventure del Professionista, a partire dalle origini e con romanzi inediti scritti appositamente per colmare le lacune nella storia di una vera leggenda di Segretissimo.
IL PICCO DELLE AQUILE
Nel Burkina Faso infuria la guerra civile. Chance Renard deve aiutare un vecchio compagno d’armi della Legione, il generale Seku Bobi, detto Mangiauomini, a trovare rifugio fuori dal paese. Il generale vuole scambiare la sua libertà con scottanti informazioni riguardanti ingerenze straniere nel conflitto locale. Una missione difficile per il Professionista, perché tutti sembrano volere la testa di Mangiauomini: i governativi, le milizie di Boko Haram e perfino i russi…
COLORI DI GUERRA
Tra malavita locale e dell’Est europeo e terroristi islamici, Milano è diventata pericolosa come Bangkok. Chance Renard l’ha soprannominata Gangland e adesso è qui per una missione congiunta fra CIA e servizi italiani. Il bersaglio è un presunto agente di Al Qaeda che bisogna prelevare e trasferire in una prigione sicura dove sarà interrogato. Un sequestro in piena regola. In ballo c’è l’avvenire del Medio Oriente. Una polveriera che molti hanno interesse a veder deflagrare.

Segretissimo SAS n. 62: Vendetta romana di Gérard de Villiers – nuova traduzione di Stefano Di Marino
Organizzando un ricevimento nel suo castello di Liezen, Malko Linge certamente si aspettava qualche distrazione non prevista. Come un incontro ravvicinato con una focosa ospite brasiliana. Gli spari che risuonano nella sala da ballo non rientrano però nel programma della serata. Tre uomini e una donna hanno fatto irruzione in tenuta da combattimento, armati di pistole e mitragliette e con un assortimento di bombe a mano agganciate alle cinture. Sono lì per eseguire una sentenza di morte in nome dei martiri palestinesi. E il condannato è lui, il grande anfitrione, accusato di essere un agente sionista. La situazione prende per fortuna un’altra piega e gli assalitori vengono messi in fuga, ma la sontuosa residenza ne esce devastata. Ora un’unica parola riecheggia nella mente di Malko. I membri del commando, terroristi tedeschi della RAF legati a doppio filo alle Brigate Rosse italiane, la pagheranno cara. Darà loro la caccia con ogni mezzo, prima a Francoforte, poi a Roma, impiegando tutto il tempo necessario. E quando li troverà, anche il Principe delle Spie avrà una sentenza da eseguire. In nome della vendetta.

Urania n. 1677: Occhio di gatto di Roger Zelazny
Billy Cavallo Nero Cantante, l’ultimo Navajo in una Terra futura, è un cacciatore di specie aliene in pensione. Il governo mondiale lo ingaggia per proteggere un diplomatico extraterrestre, minacciato da un membro ostile della sua stessa specie. Per riuscire nell’impresa Cantante coinvolge un mutaforma, un essere enorme dalle sembianze di un gatto con un occhio solo. Però, Gatto, questo il nome della creatura, al termine della missione ufficiale chiede a Cantante di partecipare a una battuta di caccia in qualità di preda… Un romanzo inedito di uno dei più grandi autori di fantascienza di sempre.
All’interno, il racconto “Sorveglianti” di Massimo Lunati.

Urania Collezione n. 207: L’incubo sul fondo di Murray Leinster
“Dopo aver dimostrato ai lettori di ‘Urania’ che gli ‘aliens’ parlanti e pensanti non gli fanno paura, Murray Leinster torna, con questo romanzo di grande presa drammatica, al classico conflitto che oppone l’uomo alla cieca e misteriosa violenza di creature extraterrestri. L’azione è ai nostri giorni. La scena è uno strano panfilo che incrocia nelle acque del Pacifico. Il protagonista è un ignaro tecnico elettronico. E il ‘nemico’ è…” Così Carlo Fruttero presentava per la prima volta questo romanzo di Leinster al pubblico italiano nel lontano 1962. A quasi cinquant’anni di distanza ve lo riproponiamo in una nuova traduzione, che oltre a lasciare inalterato il grande fascino da sf degli anni d’oro, ci riconsegna il romanzo nella sua versione integrale.
All’interno, il racconto “I metastatici” di Davide De Boni.

L.