Tag

, , ,

La Pocket Books porta in digitale (ovviamente NON in Italia!) un nuovo romanzo di Star Trek: The Original Series.

L’autore specifica che gli eventi della vicenda si svolgono diversi anni dopo che l’Enterprise ha fermato V’Ger dal distruggere la Terra, come visto nel film Star Trek (1979) e diversi anni prima che Khan fuggisse da Ceti Alpha V, come visto nel film Star Trek 2 (1982).

La scheda di Uruk:

Star Trek: The Higher Frontier (2020) di Christopher L. Bennett [marzo 2020]

La trama in traduzione esclusiva:

Investigando sul massacro di una piccola comunità di telepati, il capitano James T. Kirk e l’equipaggio della U.S.S. Enterprise devono affrontare una nuova terrificante minaccia: cacciatori senza volto la cui tecnologia extradimensionale li rende praticamente inarrestabili. Kirk deve fare squadra con la potente telepate Miranda Jones e gli enigmatici Medusan per affrontare questi spietati assassini in un’epica battaglia, che rivelerà chi davvero sono i nemici e chi gli alleati.

L’incipit in traduzione esclusiva:

2278
Aenar Compound, Andoria

Sisyra poteva avvertire l’odore della città che bruciava.
Poche cose qui erano più spaventose di un incendio fuori controllo, con un calore tale da assottigliare l’antico ghiaccio, rigido come pietra, su cui le case di Aenar erano costruite. Gli edifici avevano fondamenta così profonde che di solito un normale incendio non provocava grossi danni, ma non c’era nulla di normale in ciò che Sisyra avvertiva nell’aria intorno a lei.
In una crisi di solito le grida mentali degli abitanti di Aenar più vicini si potevano udire immediatamente, seguite poi dall’intera comunità. C’erano così pochi membri di Aenar nell’universo, ormai – meno di un migliaio di razza pura – che ogni vita era preziosa. Sisyra zh’Sakab era una dei principali protettori della comunità, dottore capo da alcuni anni, dopo che il suo mentore Shikis era passato a miglior vita. Era insolitamente giovane per un ruolo così cruciale, ma con così pochi membri rimasti gli abitanti di Aenar erano abituati a crescere in fretta con il peso delle responsabilità. Ogni volta che uno dei suoi vicini aveva gridato in cerca di aiuto, l’aveva sentito e si era subito recata sul posto, insieme agli altri soccorritori.
Eppure questa volta non avvertiva un solo grido d’aiuto. Dozzine di abitanti avevano inviato visioni mentali degli invasori che si erano improvvisamente materializzati, iniziando ad attaccare indiscriminatamente. Aenar stava morendo, gli ultimi abitanti diminuivano sempre più. Un giovane thaan gridò mentre veniva gettato fuori dalla finestra di uno degli edifici più alti, precipitando in un dirupo ghiacciato. Due fratellini furono bruciati vivi nelle loro case. Le loro grida mentali di terrore ed angoscia riempirono la mente di Sisyra, paralizzandola nell’indecisione: quale dei due avrebbe dovuto provare a salvare? Come avrebbe potuto aiutare chiunque senza essere uccisa lei stessa?

L’autore:

Christopher L. Bennett vive a Cincinnati (Ohio), dove ha frequentato l’università dove si è laureato in scienze e storia. Prima di dedicarsi all’universo degli X-Men, Bennett ha focalizzato il suo amore per la fantascienza scrivendo novelization su Star Trek per la Simon & Schuster.

L.

– Ultimi post simili: