Tag

, ,

La Pocket Books nel 2000 ha portato in cartaceo, e ora in digitale – ovviamente NON in Italia! – un romanzo ambientato nell’universo di Star Trek: Deep Space Nine.

La particolarità del romanzo con protagonista Garak è che è firmato da Andrew J. Robinson, cioè l’attore che per anni ha impersonato il personaggio in TV!

La scheda di Uruk:

27. Star Trek: Deep Space Nine – A Stitch in Time (2000) di Andrew J. Robinson [maggio 2000]

La trama in traduzione esclusiva:

Per quasi dieci anni Garak ha inseguito un unico obiettivo: tornare a casa. Esiliato su una stazione spaziale, circondato da razze aliene che lo odiavano e diffidavano di lui, tornare su Cardassia era il sogno di Garak. Ora finalmente è a casa, ma “casa” è un mondo il cui orizzonte è funestato di morte e distruzione. Disperazione e polvere sono gli unici compagni ed è considerato un lusso trovare dell’acqua e un posto in cui dormire.
Ironicamente è una lettera inviatagli da uno degli alieni conosciuti sulla stazione, il dottor Julian Bashir, a spingere Garak a ripensare la sua vita. Elim Garak è stato uno studente, un giardiniere, una spia, un esiliato, un sarto ed anche un liberatore. La sua è stata una vita segnata dalle forze della società cardassiana, senza comprensione né compassione.
Ma è il sarto che è in lui a capire chi sia Elim Garak, e cosa può diventare. È il sarto che vede le rovine di Cardassia e capisce come rimettere insieme questa società distrutta. È strano, perché Garak non ha mai voluto fare il sarto, ma è tutto ciò di cui ha bisogno. È il sarto che è in lui che potrà rimettere insieme tutti i pezzi.

L’incipit in traduzione esclusiva:

Mio caro Dottore:
Perdoni il ritardo nel rispondere alle sue gradite comunicazioni. Ho pensato spesso a lei dal nostro ultimo incontro, e sono lieto di sentire che la sua nuova vita su Deep Space 9 rimane produttiva e piena di sfide. Considerando tutti i cambiamenti avvenuti non mi sarei aspettato nulla di meno. Così come non sono certo sorpreso che le sue proposte di ricerca siano state accettate, lei è un giovane scienziato brillante, anche se geneticamente potenziato. Come la mia vita qui…

È la polvere.
Posso vivere con le macerie, posso vivere con i sopravvissuti che si aggirano come fantasmi olografici e spendono tutto il loro tempo a rimanere in vita. Posso anche vivere con il fetore dei corpi che riempiono le strade, in pose grottesche come se attendessero di essere trasportati alle loro bare.
Ma è la polvere che mi soffoca e mette a dura prova il mio equilibrio mentale. Viviamo in un mondo in penombra dove ogni ombra e suono è attutito da una coltre di polvere che spezza ogni respiro.
Sì, dottore, sono tornato a casa. L’unica casa che io abbia mai conosciuto è stata ridotta in macerie.

L’autore:

Andrew J. Robinson nasce a New York nel 1942, e dal 1971 è un apprezzato attore televisivo. Al cinema è stato il perfido Skorpio nel film Ispettore Callaghan: il caso “Scorpio” è tuo!! (1971), il sinistro Larry di Hellraiser (1987), il sergente Botnick de La bambola assassina 3 (1991) nonché il buffonesco cattivo di Trancers 3 (1992).

L.

– Ultimi post simili: