Tag

, , , ,

Quattordicesimo numero per la neonata collana “Segretissimo EXTRA” (Mondadori), che questo giugno presenta una nuova avventura per Mercy Contreras, alias Nightshade.

La scheda di Uruk:

15. Agente Nightshade: Mosaico Iran (2020) di François Torrent (Andrea Carlo Cappi) [giugno 2020]

La trama:

È stata una contractor della Sezione D, il reparto omicidi della CIA. Poi ne è uscita, liberandosi da un destino ormai scritto. Ma non proprio. Costretta a riprendere le armi, ha riunito una formazione clandestina indipendente dai servizi di intelligence. Ora Mercy Contreras, l’agente Nightshade, è diventata un bersaglio. Gli affiliati della Crossroads, compagnia dedita ad affari sporchi ad alto profitto, hanno l’ordine di ucciderla a vista. Eppure deve uscire allo scoperto, per organizzare la fuga da Parigi di una spia iraniana che porta con sé informazioni scottanti: nel mosaico di tensione tra Washington e Teheran si è inserito un nuovo elemento, un nemico nell’ombra il cui obiettivo è soffiare sul fuoco. Nightshade deve fermarlo, a costo di sfidare il Potere al massimo livello.

L’incipit:

Il mio nome è Mercedes Contreras e la guerra è il mio destino.
Non la guerra in campo aperto, ma quella invisibile, di cui si legge sui giornali solo quando le armi silenziate cedono il posto ai droni e ai missili. E in quei casi il pubblico è assordato, più che dalle esplosioni, dal rumore di fondo della propaganda, delle fake news, della negabilità plausibile.
Io ne so qualcosa. Sono l’incarnazione della negabilità, allevata a Cayo Almirante, la scuola di guerriglia di Eduardo Contreras. Il mio futuro sembrava scritto: spia e killer al servizio dell’organizzazione privata di mio padre. Me ne andai, liberandomi dal mio destino. Ma non proprio.
La CIA venne a cercarmi in Spagna quando aprì il suo reparto omicidi, la Sezione D. Divenni l’agente Nightshade, spia e killer al servizio degli USA. Ero ciò che mio padre voleva da me, solo che lui era il nemico. La Sezione D fu decimata e sciolta, ma non ebbi pace finché Eduardo Contreras non venne rinchiuso in un black site della CIA. Me ne andai, liberandomi dal mio destino. Ma non proprio.
Costretta a riprendere le armi, ho riunito un gruppo fidato di agenti, freelance, contractor. Tra noi ci chiamiamo Sezione D, ma non facciamo parte della CIA. Siamo una formazione clandestina che sfrutta fondi, contatti e risorse delle organizzazioni da cui proveniamo. Mio padre, evaso e nascosto chissà dove, ora è nostro alleato; non si è redento, è solo che aiutarci fa parte della sua agenda, qualunque essa sia.

L’autore:

François Torrent è lo pseudonimo di Andrea Carlo Cappi, prolifico scrittore, traduttore, editor e saggista per numerose case editrici. Vive tra Milano, dove è nato nel 1964, e la Spagna. In “Segretissimo”, sotto questo pseudonimo, sono usciti i suoi romanzi Nightshade: Missione Cuba (n. 1460), Nightshade: Progetto Lovelace (n. 1483), Nightshade: Obiettivo Sickrose (n. 1496), Nightshade: Babilonia Connection (n. 1508), Nightshade: Destinazione Halong (n. 1524), Nightshade: Operazione Nightfall (n. 1571), Nightshade: Protocollo Hunt (n. 1590) e Nightshade: Programma Firebird (n. 1606).
Con il suo vero nome ha pubblicato tre romanzi con protagonista Carlo Medina: Ladykill. Morte accidentale di una lady (supplemento n. 29 a Segretissimo), Medina: Malastrana (Segretissimo n. 1603) e Medina: Persecutor (Segretissimo n. 1615), oltre a numerosi racconti con lo stesso personaggio apparsi nei periodici Mondadori.
Tra le sue più recenti uscite in libreria, i romanzi Danse macabre. Le vampire di Praga, Martin Mystère: l’ultima legione di Atlantide e la raccolta delle prime storie di Medina, Medina: Milano da morire.
Per scoprire tutto sull’universo di Mercy Contreras, visitate su Internet Kverse – Nightshade, Medina, Sickrose & Co., con tutti i dossier sulle storie e i personaggi, e seguite la pagina Facebook Nightshade, Medina & Sickrose.

L.

– Ultimi post simili: