Tag

, , , , , , ,

La collana “Segretissimo” n. 1652 presenta questo luglio una nuova avventura di Chance Renard.

La scheda di Uruk:

1653. Il Professionista: Missione Jigsaw (2020) di Stephen Gunn (Stefano Di Marino) [maggio 2020]
Inoltre contiene il racconto:
Killer Elite: Funerale a Manaus, di Stefano Di Marino

La trama

La talpa del Progetto Loki ha un nome: Jigsaw. La difficoltà per Chance Renard e i suoi compagni è provarlo, perché si tratta di un agente esperto, abile e pronto a tutto per proteggere la sua posizione. Mentre a Berlino si svolge un meeting che potrebbe mettere in pericolo l’esistenza stessa della DSE, in America Centrale il Professionista segue una traccia che viene dalla Cina. Ma il tassello fondamentale di questo mosaico di indizi solo Antonia è in grado di svelarlo. Per portare a termine la missione e salvare la pelle, Chance dovrà riunire la sua squadra e giocare una partita di inganni e violenza.

L’incipit

Puerto Limón, Costarica

Il Professionista stava giungendo a destinazione in treno. Per quanto potesse sembrare anacronistico e fuori dal tempo, il convoglio viaggiava a vapore. Era trainato da una vecchia locomotiva dotata di un fumaiolo e di un robusto rostro anteriore, concepito per sgomberare i binari da eventuali ostacoli gettati dagli uragani che spesso spazzavano quel tratto di costa a sud del parco nazionale Tortuguero. Seguivano sette carrozze, tre destinate ai passeggeri, tre al trasporto merci e una, quella centrale e la più elegante, dove si effettuava servizio ristorante.
Chance aveva preso posto in quest’ultima, portandosi dietro il suo scarno bagaglio, una vecchia valigia di cuoio e tela con le cerniere in ottone e una sacca, godendosi il viaggio in tutta tranquillità. La regione era povera e, in anni passati, lo era stata ancora di più. Solo negli ultimi tempi il turismo sulla magnifica costa nonché l’esportazione di banane, legname e caffè avevano permesso all’economia locale una piccola crescita.
Nel vagone ristorante c’erano dei ventilatori, l’arredamento era curato così come il servizio, e la posateria e la stoviglieria erano di lusso. Una radio trasmetteva una canzone risalente agli anni Ottanta che Chance ricordava essere stata popolare anche in Europa:
La colegiala. Per uno strano gioco del destino (esisteva davvero?) si adattava perfettamente a due giovani viaggiatrici che occupavano una posizione quasi simmetrica a quella del Professionista. Sedevano infatti al tavolino sull’altro lato del corridoio. Indossavano abiti colorati che lasciavano le spalle scoperte e avevano scollature generose. Una soprattutto, dagli
occhi ardenti e le belle labbra carnose, sembrava cogliere la sottesa provocazione della canzone che parlava di una brava ragazza che nascondeva un temperamento di fuoco. Più volte Chance si era sorpreso a guardarla e lei aveva ricambiato, facendosi oziosamente aria con un ventaglio. Spavalda e tentatrice.

L’autore:

Stefano Di Marino si occupa della narrativa d’intrattenimento in tutte le sue forme da oltre vent’anni. Nato nel 1961, ha viaggiato in Oriente e ancora vi trascorre parte del suo tempo. Oltre alla scrittura si interessa di arti marziali, pugilato, fotografia e cinema, soprattutto quello orientale al quale ha dedicato numerosi saggi. Con lo pseudonimo Stephen Gunn firma per “Segretissimo” la serie Il Professionista dal 1995. Ne “Il Giallo Mondadori” pubblica invece una serie con il personaggio ricorrente di Bas Salieri.

L.

– Ultimi post simili: