Tag

, ,

La Piemme porta in libreria un nuovo thriller di Ibon Martín.

La scheda di Uruk:

La danza dei tulipani (La danza de los tulipanes, 2019) di Ibon Martín [agosto 2020] Traduzione di Giulia Zavagna

La trama:

È un giorno come tanti altri per Santi, macchinista della linea Urdaibai, nel pieno della riserva naturale basca, un posto la cui straordinaria bellezza è un segreto che pochi conoscono. Mentre conduce il treno, però, si accorge che c’è qualcosa sui binari. Una sedia. E su quella sedia è seduta una persona. Una donna. Santi capisce, con indescrivibile orrore, che si tratta di sua moglie. Cerca disperatamente di frenare, ma è troppo tardi, lo schianto è inevitabile. Natalia muore sul colpo. In una mano, stringeva un tulipano di colore rosso intenso, tanto bello quanto difficile da trovare in pieno autunno. Nell’altra, un telefono da cui tutto l’evento è stato trasmesso in diretta su Facebook.
L’agente di polizia Julia Lizardi e il suo partner Raúl accorrono sul posto, ma non sanno che presto un nuovo omicidio sconvolgerà la città. Un’altra donna, e ancora un tulipano non lontano dal cadavere. Mano a mano che le morti si susseguono, una sola cosa sarà sempre più chiara: un serial killer è in azione. Un assassino intelligente e capace di competere con i ritmi della natura che hanno sempre governato la regione.

L’incipit:

19 ottobre 2018, venerdì

Santi dà un’ultima occhiata allo specchietto retrovisore prima di attivare la chiusura delle porte. Sulla banchina non c’è più nessuno. Le ultime case di Gernika restano rapidamente indietro. Davanti ai suoi occhi, accanto al binario serpeggiante, si disegnano a tratti fini le colline che estendono il loro regno tutt’intorno. Ci sono casali solitari sparsi qui e là che regalano pennellate bianche e rosse al paesaggio. È un mondo pacifico, un mondo splendido sul quale di tanto in tanto si affacciano il blu del mare e il giallo pallido dei canneti.
Un pescatore, con un cesto di vimini sulle spalle e un sigaro in bocca, aspetta che si apra la sbarra di un passaggio a livello per proseguire sulla sua strada. Santi fa fischiare leggermente la locomotiva per salutarlo e l’uomo ricambia sollevando la mano. Poco oltre è una donna dai fianchi larghi ad alzare gli occhi da un orto ben curato per guardare il treno. Il macchinista se la immagina mentre percorre i vagoni con lo sguardo in cerca di un volto familiare. Senz’altro lo troverà, lì si conoscono tutti.
«Grazie», mormora Santi quasi tra sé e sé.
Dopo ventidue anni come macchinista sulla metro di Bilbao, l’azienda lo ha premiato assegnandogli la linea di Urdaibai. Non ce n’è una più bella in tutta la regione, né più tranquilla. Dopo il buio dei tunnel sotto la città e il viavai sulle banchine all’ora di punta, la solitudine di quella linea che scorre tra acquitrini e villaggi addormentati è un balsamo di pace.
Santi fa un respiro profondo. La vita gli sorride, lo sente.
Gli piace quel mondo, un territorio che si regge ancora sul ritmo della natura. In pieno ventunesimo secolo sono ancora le maree a dettare legge a Urdaibai. Sono loro a tracciare i confini di una mappa in cui mare e terra si abbracciano in armonia.
Con il treno sferragliante che li culla dolcemente, i pensieri di Santi volano fino a casa. Tutto sembra finalmente andare meglio. Lui e Natalia hanno passato un periodo difficile, ma ora le cose stanno tornando come prima. E presto faranno venticinque anni di matrimonio, dovrà pensare a come festeggiare.
I binari tornano a reclamare la sua attenzione. Un cormorano, nero come la notte, si alza in volo al passaggio del treno e si tuffa nelle acque verdi che si stagliano ora accanto alla vecchia linea ferroviaria. Qualche secondo dopo l’animale riemerge con un pesce argenteo nel becco e lo scuote per aria, forse aspettandosi l’applauso degli scarsi viaggiatori.

L’autore:

Ibon Martin Ha iniziato la sua carriera come autore di letteratura di viaggio, raccontando la bellezza del paesaggio basco. La regione basca è diventata poi l’ambientazione dei suoi romanzi. Prima, la trilogia Los crímenes del faro è stata paragonata ai grandi thriller nordici. Ora, La danza dei tulipani – un bestseller che ha svettato per diversi mesi nelle classifiche dei libri più venduti – ha consacrato definitivamente questo autore nel panorama narrativo spagnolo e internazionale.

L.

– Ultimi post simili: