Il Giallo Mondadori n. 3198: Ventuno giorni di Anne Perry
Russell Graves, noto autore di biografie, è accusato di uxoricidio. Il cadavere della moglie è stato rinvenuto nella camera da letto, con l’osso occipitale spaccato e il viso e parte del corpo bruciati. Uno spettacolo spaventoso. Nessun segno di effrazione, nessun estraneo notato in casa dai figli o dal personale. Unico indiziato, dunque, il marito. Daniel Pitt, avvocato di fresca nomina, sta seguendo una causa delicata quando viene incaricato dallo studio legale di affiancare uno dei soci nella difesa di Graves. Il processo è in corso all’Old Bailey, il primo tribunale penale di Londra, e per un principiante come lui l’emozione è forte. Tanto quanto il desiderio di mostrarsi all’altezza davanti al padre, sir Thomas Pitt, capo della Sicurezza nazionale, e a chi vede nella posizione che ricopre un esempio smaccato di nepotismo. Ma la situazione è disperata. Le prove a carico sono schiaccianti, e sebbene emergano elementi che lasciano sospettare una montatura, manca il tempo per dimostrarlo. Perché, quando la condanna a morte sarà pronunciata formalmente, al suo assistito resteranno ventuno giorni prima che gli venga stretta la corda al collo. A Daniel, ventuno giorni per salvare un innocente dal patibolo.

Sherlock Mondadori n. 76: Il mandala di Sherlock Holmes di Jamyang Norbu
Al porto di Bombay sbarca da un piroscafo un passeggero che nessuno si aspetterebbe di vedere in una remota colonia britannica. Non solo per il fatto che costui esercita abitualmente la sua professione nel cuore dell’Impero, ma soprattutto perché, almeno ufficialmente, non risulta appartenere più al mondo dei vivi, essendo scomparso nel gorgo di una cascata svizzera insieme all’arcinemico professor Moriarty. Eppure, sotto la falsa identità di un norvegese di nome Sigerson, viaggia in incognito proprio il “defunto” Sherlock Holmes. Il quale, appena messo piede a terra, sfugge per un soffio a un tentato omicidio, il primo di una serie di accadimenti che renderanno alquanto movimentata la sua trasferta agli antipodi. Ma le prodigiose doti investigative del segugio di Baker Street restano tali anche lontano dalle nebbie londinesi e avranno occasione di dispiegarsi al massimo grado dall’India al Tibet, fino alla città di Lhasa e oltre. Là dove, incastonato nell’enigmatico disegno di un mandala, si cela il segreto di un regno leggendario.

I Classici del Giallo Mondadori n. 1439: Perry mason e la sveglia sotterrata di Erle Stanley Gardner
Nei pressi di un villino di montagna in California, di proprietà di un banchiere, qualcuno ha sotterrato una scatola di metallo con dentro una sveglia. Funzionante, peraltro, anche se ritarda di venticinque minuti. Il fatto in sé è già abbastanza strano, ma passa in second’ordine quando nel medesimo villino viene trovato il cadavere di un uomo. Si tratta del losco genero del proprietario, un volgare cacciatore di dote che è riuscito a sposarne la figlia per poi rivelarsi capace di inganni e ricatti. Considerato che nella cerchia dei parenti non mancano i possibili sospettati, che avrebbero avuto un movente e magari anche l’opportunità di commettere il delitto, appare sensato cautelarsi richiedendo una consulenza legale. Di omicidi maturati in ambito familiare, Perry Mason non vorrebbe nemmeno sentir parlare, poiché non c’è niente di più comune. E tuttavia qualcosa convince il grande avvocato a occuparsi del caso: il mistero della sveglia ticchettante sepolta lassù in montagna.
All’interno, il racconto “Il sussurro delle ossa” di Lia Tomasich, vincitore del premio Gran Giallo Città di Cattolica 2020.

Gli Speciali del Giallo Mondadori n. 96: Caccia al tesoro, a cura di Mauro Boncompagni
NEIL GORDON, L’eredità introvabile
L’avventuriero Peter Kerrigan viene a sapere dell’esistenza di due fratelli, uno dei quali sparito nel nulla alla ricerca di un fantomatico milione di sterline. Prima di cedere alla tentazione di scoprire di più, dovrebbe però rammentare che su certe favolose fortune incombe spesso l’ombra del delitto.
A.E.W. MASON, Il voto del capitano
Uno zaffiro di grande valore, sottratto in un tempio della Birmania, inizia un viaggio implacabile passando di mano in mano. Ed è talmente sinistra la sua influenza sulla vita di chiunque ne venga in possesso, a partire dallo sventurato capitano Crowther, che la pietra sembra portare con sé una maledizione da cui è impossibile liberarsi.
J.S. FLETCHER, La Farfalla dei Massingham
Un gioiello di diamanti, antico cimelio di una nobile famiglia, è stato sostituito con una copia perfetta. Un bel guaio per il prestatore su pegno che l’ha accettata in garanzia, e peggio ancora se non è l’unica. Per risolvere il rebus si impone l’intervento di un esperto: non un gemmologo, ma uno specialista in criminologia come Paul Campenhaye.

Segretissimo n. 1656: Il Professionista: Overdrive di Stephen Gunn (Stefano Di Marino)
Che cos’è l’operazione Overdrive? Per scoprirlo Chance Renard deve stringere un patto con un gangster di Valencia e salvargli la figlia rapita a Creta da una gang di trafficanti ciprioti. Presto la caccia si sposta al Forum internazionale di Davos e verso altri lidi ancora più lontani e insidiosi. Il segreto di Overdrive è legato a Max Zhang, criminale sino-portoghese deciso a comprarsi un posto all’interno del Progetto Loki. Il Professionista si trova così ad affrontare uno degli avversari più pericolosi della sua carriera. Zhang sembra vincere tutte le partite, ma per l’ultimo round Chance schiera in campo la sua squadra migliore e organizza un “colpo di precisione” per le strade di Rio de Janeiro.

Segretissimo SAS n. 70: Soffiata a Sofia di Gérard de Villiers
Piazzare una bomba in un albergo di Vienna soltanto per eliminare un trafficante sembra un po’ esagerato. Ma il turco ridotto a brandelli dall’esplosione, attivata a distanza con una tecnica tipica dell’intelligence, stava per trattare una merce ben più scottante del solito: un pezzo da novanta del KGB pronto a consegnarsi all’Occidente. Qualsiasi servizio segreto del mondo libero farebbe fuoco e fiamme per mettere le mani sul generale Fedor Storamov, organizzatore di un attentato passato alla storia, e la CIA non vede l’ora di accoglierlo a braccia aperte. Il problema è che, uscito di scena il tramite, l’unica persona al corrente della faccenda rimane la moglie, attualmente a Sofia forse in compagnia dell’aspirante disertore. Così ecco il piano: spedire in Bulgaria un agente camuffato da autista alla guida di un camion, con l’incarico di avvicinare la donna e, magari, anche di esfiltrare dal paese il generale nascosto in un doppiofondo. Per questa missione oltre la cortina di ferro che solo un pazzo accetterebbe, l’Agenzia vuole Malko Linge. E rifiutare non è da lui, anche se il Principe delle Spie sa che in caso di guai lo aspetta una lunga vacanza in un gulag sovietico.

Urania n. 1685: Rex tremendae maiestatis di Valerio Evangelisti
Nel 1372 il nemico mortale di Nicolas Eymerich, Ramòn de Tàrrega, viene trovato impiccato nel convento di Barcellona in cui era stato detenuto per anni. Ma il suo cadavere scompare e Ramòn viene poco dopo avvistato in Sicilia, dove avvengono fenomeni misteriosi. L’intero equilibrio di poteri nel Mediterraneo rischia di essere compromesso. Eymerich deve ricorrere a ogni risorsa della sua intelligenza per sventare questa minaccia, ma cosa spiega i dischi luminosi e i giganti cannibali? Forse la soluzione è nell’anno 3000 d.C., quando la giovane schizofrenica Lilith scopre sulla Luna l’arma segreta che ha condotto l’umanità alla follia. E incontra, dove passato e futuro si intrecciano, il più ambiguo dei progenitori.

Urania Collezione n. 215: Oltre l’invisibile di Clifford D. Simak
Nel nono millennio, umani e androidi hanno colonizzato quasi tutta la galassia conosciuta, ma c’è una stella che continua a eluderli: 61 Cygni, il cui sistema appare protetto da una schermatura impenetrabile. Asher Sutton, l’ultimo agente speciale mandato a investigare, si è schiantato sulla superficie del settimo pianeta ed è stato dato per morto. È inevitabile, dunque, che il suo ritorno sulla Terra vent’anni più tardi susciti parecchi interrogativi. Anche perché Sutton è cambiato, e sono in molti a dargli la caccia per mettere le mani su un libro che non ha ancora scritto: un libro che darà inizio a una guerra temporale, segnando il destino della galassia e di tutte le creature che la abitano.

Urania Millemondi n. 88: Infiniti universi (parte 2), a cura di Gardner Dozois
Eccoci al secondo volume, dei tre in cui la abbiamo suddivisa, della Year’s Best Science Fiction n. 35, la selezione annuale della migliore narrativa breve del 2017 effettuata dal più stimato editor della sf. Dodici racconti lunghi che compongono un altro tassello dell’ultima antologia curata dal compianto Gardner Dozois. Da Greg Egan a Nancy Kress, da Harry Turtledove alle più promettenti penne della fantascienza internazionale, non c’è davvero modo di annoiarsi, in queste mirabolanti avventure nel tempo, nello spazio e nei meandri dell’innerspace umano. Buona lettura a tutti!

L.