Il Giallo Mondadori n. 3208: I volti del mistero di Annamaria Fassio
Sono storie di squallore e disperazione che vanno in scena lungo la via Emilia, tra camionisti e prostitute alla deriva. Storie che si immergono senza sconti nei temi caldi dell’attualità, come le morti bianche di chi rischia tutto in cima a un’impalcatura, o nelle ferite ancora aperte del nostro passato, come la tragedia del G8 vista con gli occhi di una ragazzina, arrivata da Amburgo piena di speranze subito infrante nella mattanza di una maledetta notte genovese. Storie di paure collettive, materializzate calandosi nella mente di un terrorista suicida, o di conflitti sociali, evocati dalla lotta di un popolo per la sua terra in Patagonia. Storie raccontate talvolta con taglio spionistico per un caso di omicidio che prende le mosse dalla Berlino divisa dal Muro, o con il gusto dell’horror per un pranzo di moderni cannibali. E poi c’è lei, il commissario Erica Franzoni, con le sue indagini che hanno il marchio inconfondibile della realtà vera. Delitti di stampo mafioso che incrociano moventi passionali, vendette maturate in ambienti scolastici, soldi e droga come piaghe universali, fino a un classico assassinio commesso sull’Orient Express in una cabina chiusa dall’interno. Storie di ordinaria follia in un caleidoscopico repertorio dei tanti, infiniti volti del mistero. La raccolta dei racconti dell’autrice italiana più amata del Giallo Mondadori.

Sherlock Mondadori n. 86: Sherlock Holmes: indagini fuori Londra a cura di Luigi Pachì
Il salotto al 221B di Baker Street e le nebbiose vie della metropoli, le austere dimore aristocratiche, i sordidi tuguri dei bassifondi. Sono gli scenari impressi nell’immaginario collettivo per ogni avventura di Sherlock Holmes che si rispetti. Eppure esiste materia degna della sua attenzione anche nel mondo esterno, oltre i confini della capitale. Qui Holmes non risolverà casi comodamente seduto nella sua poltrona, davanti al camino scoppiettante. Al mattino la signora Hudson non servirà una sostanziosa colazione, per la gioia del dottor Watson. E l’ispettore Lestrade non offrirà il suo maldestro contributo proponendo come di consueto soluzioni errate. In questi luoghi lontani, dal Lake District alle Highlands, da Parigi a Davos fino alla Toscana, tra una battuta di caccia nella campagna inglese e un viaggio a bordo di un treno di lusso, ogni procedura investigativa apparirà più ardua, ogni mistero più fitto, proprio perché mancheranno i punti di riferimento e tutto sembrerà nuovo e inaspettato. Ma il grande segugio sa bene che a qualsiasi latitudine i meccanismi del crimine non cambiano, e dunque il suo metodo per analizzarli si dimostrerà efficace come nei più familiari ambienti londinesi. Leggere per credere.

I Classici del Giallo Mondadori n. 1449: L’enigma dei due biglietti di J.J. Connington
Il locale delle 10.35 in arrivo da Horston porta un macabro carico. È il caposquadra dei facchini a notare per terra, nell’ultimo scompartimento della carrozza di prima classe, un cappello maschile di feltro marrone. Da sotto un sedile sgorgano due rivoli di sangue che hanno inzuppato la moquette. Il corpo di un uomo giace raggomitolato nel suo abito di tweed blu a righine bianche, con ferite di arma da fuoco alla testa. Attraverso i finestrini chiusi, ghiacciati per la brina, nessuno avrebbe potuto vedere dentro dall’esterno. Ma chi ha sparato deve comunque possedere un notevole sangue freddo, avendo probabilmente agito nel tratto più lungo percorso dal treno fra due stazioni, che dura non più di sette minuti, per poi dileguarsi. Un bel rompicapo per il sovrintendente Ross, ulteriormente complicato dal fatto che intorno alla vittima, un industriale, gravita una nutrita cerchia di candidati al ruolo dell’assassino. E la chiave di tutto il rebus sembra appesa a un paio di banalissimi biglietti ferroviari.

Segretissimo Special: Il Professionista Story 34. Gangland vendetta / Guerre segrete di Stephen Gunn (Stefano Di Marino) [Ciao Stefano!]
Avventura, azione, spionaggio, esotismo ed erotismo. Chance Renard, il Professionista. Agente di ventura, impegnato in ogni angolo del mondo in missioni impossibili contro nemici sempre più feroci, sempre più letali. Al suo fianco donne troppo belle e troppo pericolose. E una sola regola: nessuna regola. Tornano tutte le avventure del Professionista, a partire dalle origini e con romanzi inediti scritti appositamente per colmare le lacune nella storia di una vera leggenda di Segretissimo.
GANGLAND VENDETTA
Le strade di Gangland bruciano. Alle cinque del mattino, Chance si trova coinvolto in un assalto a un trasporto valori. Una sua amica ci rimette la pelle, così diventa una questione d’onore collaborare alle indagini con il vicequestore. Meno male, perché si tratta di debellare non solo una banda di rapinatori, ma un’organizzazione internazionale di reduci della guerra in Iraq che sta allargando la sua ombra criminale sulla metropoli. Se la città trema, la squadra del Professionista reagisce con un uragano di piombo.
GUERRE SEGRETE
Una piccola repubblica a sud degli Urali. Con i suoi enormi giacimenti minerari è il teatro di uno spietato conflitto dove si affrontano terroristi islamici, soldati russi e miliziani cosacchi. Tutti contro tutti per il dominio del territorio e delle sue risorse. È inoltre un laboratorio perfetto dove sperimentare le tecnologie belliche del futuro. Del Kazanstan, Chance non ha mai sentito parlare, ma finirà per saperne anche troppo in un’odissea di fuoco che lo porterà fino a quell’inferno nascosto fra le montagne.

Segretissimo SAS n. 80: Febbre spagnola di Gérard de Villiers
Maggiore Gregor Ivanovich Kirsanov. Un metro e novanta per ottantatré chili. Noto dongiovanni e brillante elemento del KGB, ha lavorato in America Latina e ora è a Madrid, incaricato di dirigere una vasta rete di informatori spagnoli. Ma il dettaglio che rende il suo dossier molto interessante per la CIA è un altro: il maggiore Kirsanov è pronto a passare dalla parte dell’Occidente. Che cosa lo spinge a cambiare bandiera? Non è soltanto una questione di soldi, e l’ideologia non c’entra. Il vero motivo che l’ha convinto ad abiurare il credo sovietico ha gli occhi verdi e un corpo da favola. Prima di accoglierlo a braccia aperte nel mondo libero, però, bisogna mettere alla prova le sue intenzioni. Con i transfughi esiste sempre il rischio che si tratti di una provocazione o, peggio ancora, di un tentativo di infiltrazione. E qui scende in campo Malko Linge, richiesto dall’Agenzia per una missione di controspionaggio che non esita ad accettare. Lo fa per denaro ma non solo, e di sicuro non in nome di qualche astratto ideale. Forse il vero motivo anche per il Principe delle Spie ha gli occhi verdi e il corpo da favola di Isabel del Rio?

Urania n. 1695: Il tesoro di Zarathustra di John Scalzi

Jack Holloway lavora da solo su Zarathustra. Centinaia di chilometri dal quartier generale della ZaraCorp sul pianeta e a oltre centosettanta anni luce dalla sede centrale sulla Terra. Ma il rapporto di lavoro si conclude a seguito del crollo di una parete rocciosa, che rivela la presenza di un grande tesoro. E siccome Jack non è disposto a rinunciarvi, intenta una causa alla Zaracorp, determinata invece a mantenere l’esclusiva sullo sfruttamento delle risorse dell’intero pianeta. Unica clausola è che su Zarathustra non ci siano esseri senzienti. E allora chi sono quei piccoli bipedi pelosi e carini che vanno da Jack?

Urania Collezione n. 225: Memorie di un cuovo d’astronave di Massimo Mongai

Rudy “Basilico” Turturro è un giovane cuoco terrestre che da aiuto-chef si ritrova a dirigere la cucina di un’astronave. Attraverso ricette e avventure, nei tre anni di viaggio nello spazio, Rudy dovrà anche salvare la galassia dalla distruzione. Memorie di un cuoco d’astronave è un romanzo sull’esplorazione del cosmo attraverso l’esplorazione di se stessi, passando anche per la gola, la forza che muove ogni cosa. Un vero romanzo cult della fantascienza italiana.

Urania Jumbo n. 24 (68): I fuochi di Elysium di Alastair Reynolds

Diecimila città-stato orbitano intorno al pianeta Yellowstone, formando un paradiso democratico e quasi perfetto. Ma anche l’utopia ha bisogno di un corpo di polizia. A proteggere i cittadini della Cintura Scintillante c’è Panoplia con i suoi agenti, i prefetti. Tom Dreyfus è uno dei prefetti in servizio e si trova ad affrontare un’emergenza: gli abitanti degli habitat iniziano a morire, all’improvviso e in maniera casuale, vittime di un malfunzionamento dei loro impianti neurali che li fa sciogliere. Mentre il panico dilaga, sorge un movimento di rivolta per fondare nuove e indipendenti colonie. Un nuovo capitolo della grande saga della Rivelazione.

L.