Il Giallo Mondadori n. 3211: Stranieri di Bill Pronzini
Nessuno vorrebbe vivere a Mineral Springs, sperduta cittadina del Nevada, a meno di non essere interessati a cercare l’oro. Miniere, due piccoli casinò, qualche motel. C’è poco altro in questo agglomerato di sogni e disperazione in mezzo al deserto. Solo un motivo molto serio può aver trascinato Bill fin qui dalla sua agenzia investigativa di San Francisco. Un motivo come la telefonata che ha ricevuto da una sua ex dopo vent’anni di silenzio. Un appello straziante a intervenire per salvare il figlio, diciannovenne problematico, accusato ingiustamente di avere stuprato tre donne. Come dire di no? Bill è a un passo dal ritiro, scivola sempre più verso la vecchiaia, ma la sua professione consiste nell’aiutare la gente in difficoltà. Non è solo un lavoro, è una ragione di vita. Il giovane Cody e sua madre hanno davvero bisogno di lui, tanto più in una comunità chiusa e retriva che li ha già condannati e sembra intenzionata a fargliela pagare senza aspettare le lungaggini della giustizia. Prima di partire, Bill ha promesso di stare lontano dai guai. Una promessa che non gli sarà facile mantenere, straniero in terra straniera.

Sherlock Mondadori n. 89: Sherlock Holmes. I delitti della notte di Margaret Walsh
Non è insolito che Lestrade, soverchiato da un caso criminale più grande di lui, si presenti al 221B di Baker Street in cerca d’aiuto. È tuttavia la prima volta che i due coinquilini lo vedono in un simile stato di agitazione, tale che al povero ispettore trema la mano mentre sorseggia un provvidenziale bicchiere di brandy. Sembra infatti che, a pochi mesi dalle raccapriccianti imprese omicide di Jack lo Squartatore, rimaste impunite, un altro feroce assassino stia salendo alla ribalta. Dopo il cadavere orrendamente mutilato di un adolescente rinvenuto qualche settimana prima, ora ne è stato trovato un secondo. E, di fronte alle atrocità cui è stato sottoposto il corpo del ragazzino disteso sul tavolo autoptico dell’obitorio, perfino un reduce della brutale guerra in Afghanistan come il dottor Watson rischia di vacillare. Entrambe le vittime offrivano i loro favori a una clientela particolare, prestandosi a soddisfare le perversioni più inconfessabili. Si avvia così, sotto il segno di un pericolo incombente, l’indagine di Sherlock Holmes sul mondo nascosto che prende vita dopo il tramonto del sole, alla scoperta del lato oscuro della città.

I Classici del Giallo Mondadori n. 1452: Copritele il volto di P.D. James
A Martingale, aristocratica dimora della famiglia Maxie, per una ragazza madre c’è posto soltanto come cameriera. Ma Sally ha altri progetti, e quando rivela il suo fidanzamento con l’erede Stephen Maxie non sa di aver superato un limite invalicabile. In quell’ambiente potrebbe mai essere consentito a una donna di ceto inferiore, giudicata da molti un’arrampicatrice e un’intrigante, di diventare addirittura la padrona? Il suo cadavere, scoperto il mattino dopo lo sconvolgente annuncio, è una risposta fin troppo eloquente per l’ispettore Adam Dalgliesh di Scotland Yard, chiamato a fare luce sul delitto. La vittima è stata strangolata nella sua stanza, chiusa dall’interno. Un ulteriore enigma da risolvere in un’indagine già alquanto complicata per la posizione sociale dei sospettati e la molteplicità dei possibili moventi. Un’autentica sfida nella quale Dalgliesh, l’investigatore poeta, potrà dare prova delle sue doti non comuni.
All’interno, il racconto “Vacanze sarde” di Chiara Miscali, vincitore del premio Scerbanenco@Lignano 2021.

Segretissimo n. 1663: Shooter. Punto di impatto di Stephen Hunter
Il tiratore scelto Bob Lee Swagger ne ha viste troppe. Dopo essere rimasto ferito in Vietnam da un proiettile sparato da un cecchino nemico, si è ritirato a vivere come un eremita fra le montagne dell’Arkansas. Ma quando gli viene chiesto di tornare in azione per neutralizzare la minaccia concreta di un attentato al presidente degli Stati Uniti, il suo senso del dovere ha la meglio. Anche perché l’uomo che premerà il grilletto è lo stesso che ha messo fine alla sua carriera militare. Swagger, l’unico in grado di immaginare come potrebbe agire il killer, accetta di collaborare. Quel che non è in grado di immaginare è che l’abbiano coinvolto in questa storia per incastrarlo. Hanno scritto per lui un altro copione che lo trasforma in un fuggiasco, braccato dagli agenti dell’intelligence. Chi ha deciso di farne un capro espiatorio, però, ha sottovalutato le sue capacità di sopravvivenza. Ritrovarsi da solo contro tutti sulle strade americane non è poi così diverso da ciò che ha passato nella giungla del Sudest asiatico. E Swagger ha in mente un finale alternativo. La vendetta.

Segretissimo SAS n. 83: Una valigia tira l’altra di Gérard de Villiers
Il peggior nemico per un uomo della CIA è una donna. Jack Penny, purtroppo per lui, non l’ha tenuto a mente e si è lasciato coinvolgere in un legame sentimentale. Grave imprudenza, soprattutto quando si lavora sul campo in un posto come lo Yemen. Il paese, fermo a uno stadio feudale e isolato dal mondo, da una decina d’anni è spezzato a metà. Quello del Nord rientra nella sfera d’influenza occidentale, mentre quello del Sud è un satellite dell’Unione Sovietica. E qui sta il problema. I russi sono dappertutto. L’errore di Jack è stato fare qualche domanda di troppo dopo aver visto due valigette dall’aria sospetta in casa della sua amante. Agli agenti di Mosca basta questo per preparargli una brutta sorpresa. Non possono permettersi interferenze nei piani per un attentato ad altissimo livello che si sta organizzando. Ma c’è una sorpresa ancora più brutta in serbo per loro: l’entrata in scena di Malko Linge. Perché il peggior nemico per un uomo del KGB non è una donna. È il Principe delle Spie.

Urania n. 1698: La trasformazione di James Gunn
Riley e Asha sono passati attraverso la Macchina della Trascendenza e sono diventati più che umani. Rientrati sulla Terra arriva la notizia che i pianeti ai margini della Federazione sono silenti e tutte le spedizioni mandate a controllare non hanno più fatto ritorno. Solo l’ultima astronave è ricomparsa, ma i componenti dell’equipaggio sono morti. Tocca a Riley e Asha indagare, ma “la galassia è enorme e le vaste braccia della spirale sono in gran parte inesplorate, del tutto sconosciute, come la terra incognita del cuore dell’Africa nel diciannovesimo secolo. Quindi, chissà cosa potrebbe celarsi in quell’immensità sconosciuta…”.
All’interno, il racconto “E cammino solo” di Giampietro Stocco.

Urania Collezione n. 228: Nati dall’abisso di Hal Clement

In una società in cui il Consiglio che governa la Commissione per l’Energia impone uno stretto razionamento delle fonti energetiche, l’unica frontiera è costituita dall’oceano. Ma proprio nell’oceano si crea una falla di quella preziosa energia e questo genera un allarme planetario. Eppure, è nelle profondità degli abissi che ci potrebbe essere il futuro dell’umanità…

All’interno, il racconto “Partenogenesi” di Alessandro Montoro.

Urania Jumbo n. 27 (71): Radicalized. Quattro storie del futuro di Cory Doctorow
Spietati e pieni di compassione, i racconti di Doctorow gettano uno sguardo implacabile sulle contraddizioni laceranti di quella stessa umanità che, nonostante tutto, potrebbe ancora salvarci. Per esempio, insegnare ai figli dei vicini come hacke rare i loro elettrodomestici andati in blocco dopo il fallimento della casa produttrice può farti rischiare decine di anni di carcere. Oppure: American Eagle, il supereroe campione di verità e giustizia, si accorge che la polizia ha l’abitudine di commettere abusi su persone innocenti, nascondere le prove e poi mentire al riguardo. E ancora: l’assicurazione sanitaria della moglie di Joe si rifiuta di pagarle nuove terapie. Joe comincia a passare sempre più tempo su un forum online e poco dopo iniziano gli attentati. Infine: una fortezza nel deserto, attrezzata con cibo, armi e antibiotici. Trenta eletti che sopravvivranno al grande crollo e ne usciranno pronti a ricostruire. Perché loro sono quelli intelligenti. E niente può andare storto.
All’interno, il racconto “Kim” di Simonetta Olivo.

L.