Tag

, , , , , ,

CG1378La collana “I Classici del Giallo Mondadori” di novembre (n. 1378) presenta Esperimenti deduttivi di Ellery Queen di Ellery Queen.
La prima apparizione del romanzo in Italia è del 1984, come numero 6 della collana “I racconti di Ellery Queen”.

I racconti sono tutti apparsi originariamente sulla celebre “Ellery Queen’s Mystery Magazine“, qui abbreviata in “EQMM”.

La scheda di Uruk:

1378. Esperimenti deduttivi di Ellery Queen (Q.E.D.: Queen’s Experiments in Detection, 1968) di Ellery Queen [novembre 2015]
Parola d’ordine: Mum (apparso originariamente come The Blackboard Gangsters su “This Week”, 11 settembre 1955, ristampato poi come Object Lesson su “EQMM”, aprile 1958) Traduzione di Tina Honsel
Sosta vietata (apparso originariamente come Terror in a Penthouse su “This Week”, 18 marzo 1956, ristampato poi come No Parking su “EQMM”, febbraio 1958) Traduzione di Hilia Brinis
Problemi di alloggio (apparso originariamente come The Man They All Hated su “This Week”, 10 giugno 1956, ristampato poi come No Place to Live, su “EQMM”, marzo 1958) Traduzione di Marcella Dallatorre
I miracoli accadono (Miracles Do Happen, da “EQMM”, luglio 1957) Traduzione di Marcella Dallatorre
La sposa solitaria (apparso originariamente come The Lady Couldn’t Explain su “This Week”, 4 dicembre 1949, ristampato poi come The Lonely Bride su “EQMM”, dicembre 1951) Traduzione di Hilia Brinis
Mistero alla Biblioteca del Congresso (apparso originariamente come Enter Ellery Queen su “Argosy”, giugno 1960, ristampato poi come Mystery at the Library of Congress su “EQMM”, febbraio 1963) Traduzione di Marcella Dallatorre
Il sosia (Dead Ringer, da “The Diners Club”, marzo 1965; “EQMM”, ottobre 1966) Traduzione di Marcella Dallatorre
La lettera rotta (apparso originariamente come Mystery in Neon Red su “This Week”, 28 luglio 1963, ristampato poi come The Broken T su “EQMM”, maggio 1966) Traduzione di Tina Honsel
Un mezzo indizio (apparso originariamente come Half a Clue to Murder su “This Week”, 25 agosto 1963, ristampato poi come Half a Clue su “EQMM”, agosto 1966) Traduzione di Tina Honsel
Vigilia di nozze (apparso originariamente come The Bride in Danger su “EQMM”, agosto 1955, ribattezzato Eve of the Wedding per questa antologia) Traduzione di Tina Honsel
L’ultimo a morire (Last Man to Die, da “This Week”, 3 novembre 1963; “EQMM”, gennaio 1967) Traduzione di Tina Honsel
Il patto (apparso originariamente come Crime Syndicate Payoff su “Cavalier”, agosto 1964, ristampato poi come Payoff su “EQMM”, luglio 1966) Traduzione di Tina Honsel
Il club dell’enigma (The Little Spy, da “Cavalier”, gennaio 1965; “EQMM”, settembre 1966) Traduzione di Tina Honsel
In mancanza del presidente (apparso originariamente come The Adventure of the President’s Half Disme su “EQMM”, febbraio 1947, ristampato poi come The President Regrets su “The Diners Club”, settembre 1965; “EQMM”, luglio 1967) Traduzione di Marcella Dallatorre
L’indizio di Abraham Lincoln (Abraham Lincoln’s Clue, da “MD”, giugno 1965) Traduzione di Tina Honsel
Inoltre contiene anche:
Il calamaro di mezzanotte, di Vittoria Montesano

La trama:

Queen's Experiments in DetectionSe un anziano patriarca, prima di morire assassinato con una pugnalata al cuore, lasciasse un ultimo messaggio denso di significati nascosti? Potrebbe essere una traccia per individuare il colpevole, o forse per decodificare la combinazione di una cassaforte contenente un preziosissimo ciondolo orientale, ma chi saprebbe darne la giusta interpretazione? E se la sorte di una competizione tra collezionisti fosse affidata a un misterioso indizio attribuito nientemeno che al presidente Lincoln, chi potrebbe decifrare un simile rebus? E chi mai sarebbe in grado di individuare l’autore di un delitto prima ancora che la vittima abbia esalato l’ultimo respiro? La risposta è sempre e solo una: Ellery Queen. Al quale il bizzarro Club dell’Enigma, i cui membri hanno come unico scopo quello di trarsi reciprocamente in inganno con elaborati indovinelli, propone di affrontare addirittura un test di ammissione… proprio a lui, che certo non ha bisogno di dimostrare ulteriormente le sue capacità. Come testimoniano queste grandi prove di deduzione, speciale tributo a un campione della scienza investigativa.

L’incipit:

racconti6Allo scoccare della mezzanotte nasceva l’anno nuovo, e nasceva anche il giorno del compleanno di Godfrey Mumford. Il duplice avvenimento venne festeggiato nel vecchio salotto di casa Mumford, a Wrightsville, con qualche variante rispetto alla tradizione. Per la verità, nel ricevere i regali dei familiari e degli amici, il vecchio Godfrey avrebbe fatto bene a ricordarsi l’antico ammonimento nei confronti dei greci che portavano doni (anche se a Wrightsville non c’era nessun greco, o per lo meno Godfrey non ne conosceva nessuno, a parte il defunto Andy Birobatyan, un floricoltore, che comunque non era proprio greco, ma armeno; quanto a “pollice verde”, da vivo, Andy era stato alla stessa altezza di Mumford, il che era tutto dire).

L’autore:

Ellery Queen è lo pseudonimo dei cugini statunitensi Frederic Dannay (1905-1982) e Manfred B. Lee (1905-1971), che insieme hanno dato vita a una delle firme più prestigiose nella storia del giallo. Il personaggio da loro creato ha raggiunto una vastissima fama come autore di romanzi e racconti, e ha promosso il recupero di opere del passato e la scoperta di nuovi talenti curando antologie e riviste come l’“Ellery Queen’s Mystery Magazine”, per decenni il più importante periodico di narrativa poliziesca al mondo. È stato tra i fondatori dell’organizzazione Mystery Writers of America e ha vinto più volte il Premio Edgar.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci